Crea sito

L’AI di Google capisce quali foto sono più belle

Google ha creato una IA in grado di capire quali immagini sono esteticamente più gradevoli.

Il processo chiamato neural image assessment NIMA utilizza la tecnica del deep learning per formare una rete neurale convoluzionale in grado di prevedere la valutazione umana ad una immagine.

 

I ricercatori hanno riportato:

“Il nostro approccio differisce dagli altri per il fatto che prevediamo l’opinione umana utilizzando una rete neurale convoluzionale… La nostra rete può essere utilizzata non solo per valutare le immagini in modo affidabile e con una correlazione molto più vicina alla percezione umana, ma anche per aiutare l’utente durante operazioni di adattamento e ottimizzazione di algoritmi di fotoritocco/ miglioramento fotografico.”

 

 

NIMA utilizza una scala da  1 a 10, questa IA prima analizza una serie di pixel nell’immagine facendosi un’idea della sua estetica ed in seguito calcola la probabilità di valutazione di una persona.

Inoltre NIMA ha imparato a cambiare i contrasti in una foto, quindi se abbiamo una foto troppo chiara/scura, se ne accorge e la modifica secondo le sue specifiche fornendo un output il più possibile vicino alla realtà.

Questa IA trova sviluppi in molti campi come la fotografia o il fotoritocco, ad esempio, la scelta della foto migliore tra un gruppo di foto.

Condividi con i tuoi amici
Translate »