Crea sito

Il miglior emulatore Android per Windows e Mac

Per fare questa nuova recensione abbiamo provato due simulatori per emulare Android, i più usati e famosi al mondo per Windows e Mac: Bignox e Blustacks.

Capiamo quali sono i motivi principali per installare l’uno o l’altro o entrambe.

Gli emulatori, consentono, appunto, di emulare il sistema operativo che vorremo provare (in questo caso Android).

Viene utilizzato, per la maggior parte delle situazioni, per eseguire applicazioni che il nostro dispositivo, smartphone o tablet, non supporta causa limiti hardware o software.

 

Li abbiamo provati entrambi su un Pc con 8 GB di Ram, scheda grafica NVidia GeForce 840M con 2GB dedicati, Intel Core i5 1.7Ghz e Ssd da 250 GB.

 

Andiamo con ordine scrivendo tutti i dettagli di Bignox (provato con Asphalt 8).

Utilizza come processore grafico NoxPlayer6, l’emulatore è arrivato alla versione 6.2.0.0 aggiornato al 22/6/2018.

Qui potete trovare tutti i dettagli tecnici che desiderate e la pagina di download.

Lo abbiamo provato per un mese abbondante e abbiamo notato che la velocità di apertura dell’emulatore è relativamente bassa, poco meno di 10 secondi.

Una volta avviato, l’emulatore si aprirà a tutto schermo, ma, successivamente, se impostato alla larghezza desiderata dalle impostazioni, si aprirà in modalità smartphone o tablet.

La schermata che noterete sarà la stessa di Android, scaricando tramite Play Store le applicazioni che più desideriamo.

Nel caso qualcuno se lo stesse chiedendo, una volta avviata l’applicazione o il gioco all’interno dell’emulatore, si potrà fare l’accesso e recuperarne tutti i dati così da ripartire da dove avevamo finito.

L’interfaccia pur essendo molto semplice, ha molte funzionalità nascoste.

Nella barra superiore a fianco al logo e alla versione possiamo trovare una “maglietta”, che rappresenta i temi della nostra interfaccia iniziale. Ci sarà quello standard ma possiamo tranquillamente scaricare e installare quelli che preferiamo di più.

Abbiamo la classica icona ad ingranaggio che ci permette di settare tutte le impostazioni come le desideriamo, compresa la decisione di quale schermo riprodurre all’avvio, così si avvierà in automatico su smartphone o tablet.

Nella barra laterale di destra invece troviamo moltissime altre funzioni.

La prima è lo shake dell’emulatore, andando in basso troviamo la tastiera virtuale e la geolocalizzazione, il nostro computer emulato (solo tramite root), la possibilità di vedere il cursore del mouse, magari in un gioco o app che non lo consente, ingrandimento totale della schermata a tutto schermo, volume massimo e minimo, multitasking delle applicazioni aperte.

Nell’icona di un mouse dentro a un rettangolo tratteggiato abbiamo la possibilità di registrare il gioco o l’app durante il nostro utilizzo, caricare apk esterni; screenshoot dell’emulatore con il simbolo “forbice”, i due rettangoli permettono di ruotare lo schermo in modalità landscape (orizzontale) o portrait (verticale).

Abbiamo la possibilità di controllare se emulare con due dita o con il mouse.

I tre tasti, prima delle due frecce a destra, hanno le stesse funzioni di uno smartphone o tablet Android.

Tornando alle due frecce che abbiamo saltato, cliccandole ci apriranno un ulteriore menù a destra con altre scelte ancora.

La sensazione che più ci ha colpito è la velocità nello svolgere i comandi, quasi come essere su un dispositivo fisico reale.

Le prestazioni del computer sono comunque eccellenti anche quando attivo, a meno che non si aprano applicazioni pesanti, su di esso, allora potrebbero esserci dei piccoli risentimenti.

 

Per quanto riguarda Bluestacks non possiamo purtroppo dire lo stesso, qui la pagina ufficiale.

Il tempo di avvio è maggiore intorno ai 20 secondi almeno.

Ha molte meno impostazioni del contendente, scalda molto il pc e ha un consumo delle prestazioni relativamente alto.

Non ha l’interfaccia chiara come Bignox ma è comunque intuibile.

Per le app installate sulla piattaforma, viene creato una shortcut sul desktop, decisamente comoda rispetto a Bignox.

Come già si è potuto intuire, a parare nostro per quanto riguarda performance, usabilità e funzioni, consigliamo caldamente di usare Bignox.

Diteci la vostra a riguardo, se li conoscevate già e secondo voi qual’è il migliore e se ne conoscete altri così da poterli provare.

(Visited 241 times, 1 visits today)
Condividi con i tuoi amici