Crea sito

Google Foto: i migliori trucchi per usarlo al meglio

Google Foto è la nota app di Google per archiviare sul cloud (online) tutte le nostre foto contenute nello smartphone e non.

La possiamo pensare come una memoria gigante (in un certo senso illimitata) che può tenere tutte le immagini e le foto a cui teniamo maggiormente.

Impariamo allora come usarlo al meglio per semplificarci la vita.

Su tutti i cellulari Android è spesso preinstallato, mentre su iOS dobbiamo cercarlo sull’App Store. In entrambe i casi qui troviamo il download per Android, mentre qui lo troviamo per iOS.

La prima cosa da fare è aprire il menù tramite l’icona in alto a sinistra, e cliccare Impostazioni.

Una volta aperta la scheda cliccheremo la prima scritta “Backup e sincronizzazione” che ci dirà su quale account sta svolgendo il backup se lo avevamo già scelto, altrimenti ci farà scegliere uno degli account che abbiamo già registrato per cominciare a crearne uno.

Consigliamo caldamente di selezionare l’opzione “Backup e sincronizzazione” perché in questo modo farà un backup automatico ogni qualvolta che scatteremo delle foto.

Poco più sotto in “Cartelle del dispositivo sottoposte a backup” per semplicità non sceglieremo nulla, poichè il backup delle foto nella galleria, cioè quelle che scattiamo con il nostro cellulare, sono già sottoposte in automatico. Questa cartella serve nel caso volessimo salvare le foto di WhatsApp, Telegram ecc. su Google Foto.

“Dimensioni del caricamento” scegliamo senza pensarci troppo Alta qualità, perché in questa maniera le foto vengono caricate e compresse tramite l’algoritmo di Google e in questo modo avremo spazio di archiviazione illimitato, cioè potremo caricare tutte le foto e i video che vogliamo, senza preoccuparci dello spazio.

Nella sezione “Backup tramite rete dati” consigliamo di disattivare tutto, in questo modo il backup delle foto verrà fatto solo ed esclusivamente sotto WiFi. Scelta consigliata per tutti, ma in particolar modo a tutti coloro che nella loro offerta mensile del cellulare hanno pochi giga e non li vogliono consumare nel backup. A voi la scelta.

“Quando eseguire il backup” è l’ultima sezione che ci può interessare, e la possiamo tranquillamente lasciare disattivata o, eventualmente, disattivare in caso fosse attiva.

Tornando indietro nel menù, possiamo notare due sezioni: Notifiche e Schede dell’Assistente: queste non le spiegheremo perché sono scelte che solo l’utente può decidere di attivare o meno.

Risulta, invece, particolarmente interessante nella sezione Condivisione la voce Rimuovi geolocalizzazione, questo permette di rimuovere il luogo in cui è stata scattata la foto.

Importante è la Sincronizzazione da Google Drive, che Google Foto chiama Da Google Drive, come ben si può intendere, importa tutte le immagini e le foto che abbiamo sul nostro account.

 

Ora che abbiamo configurato al meglio Google Foto torniamo indietro e andiamo nella Home Page che possiamo trovare cliccando la barra sottostante dell’applicazione su Foto. Qui sono presenti tutte le foto che sono state salvate da noi manualmente o da Google Foto in automatico.

Nella barra di ricerca in alto possiamo cercare foto in base al paesaggio, al colore e agli oggetti che compaiono nei nostri scatti, questo avviene grazie a un algoritmo di intelligenza artificiale di Google che osserva le nostre foto, guarda gli elementi più visibili, li riconosce e ce li propone sotto forma di ricerca.

In Album possiamo trovare tutti gli album che abbiamo creato noi manualmente o quelli che ha creato il nostro assistente virtuale personale all’interno dell’app (che vedremo successivamente). All’interno di questa sezione, possiamo condividere gli album tramite email, WhatsApp, Telegram ecc. e possiamo decidere se gli album sono condivisi o privati, questo vuol dire che se sono condivisi anche gli altri possono aggiungere foto, se sono privati gli altri possono solo visualizzare ma non possono aggiungere foto.

Se l’utente con cui condividiamo i nostri album non ha Google Foto, gli verrà inviato un link che aprirà tramite browser, quindi non ci sarà nessun problema nella visualizzazione.

Nella scheda Assistente anticipata poco fa, troviamo tutte le creazioni del nostro assistente personale; una volta caricate le foto di un viaggio, Google Foto ci invierà una notifica dove ci fa notare come il nostro assistente personale ha creato delle nuove immagini a matita, video unendo immagini, oppure un intero album che organizza tutte le foto del nostro viaggio. Queste nuove invenzioni siamo liberissimi di salvarle (verranno visualizzate nella sezione foto) oppure scartarle e non le vedremo mai più.

Nella sezione Condivisi troveremo tutti gli album che abbiamo condiviso con i nostri amici tramite qualunque piattaforma: WhatsApp, email, Signal ecc.

Quanti usano quotidianamente Google Foto?

Scriveteci nelle nostre pagine social oppure nei commenti.

(Visited 79 times, 1 visits today)
Condividi con i tuoi amici