Crea sito

I 5 programmi migliori per editare audio

Con questa nuova guida vogliamo presentare i migliori software per comporre musica sul nostro computer.

Durante la propria carriera ogni musicista sente il bisogno di concretizzare la propria produzione. Tale necessità può essere realizzata incidendo la propria musica, processo che fino alla prima metà degli anni ottanta era affidato a costosi registratori, uno dei più abbordabili era il “Magnetophon” della Telefunken.

Oggi, con l’avvento del digitale, un computer, una scheda audio e un microfono bastano per registrare i propri contenuti in maniera nitida e, con le dovute accortezze, quasi professionale.

Per poter quindi trasformare la nostra cameretta in una orgogliosa approssimazione dello studio di Abbey Road abbiamo bisogno innanzitutto di un programma in grado di campionare i suoni prodotti dai nostri strumenti o di produrne digitalmente.

Le Digital Audio Workstation (DAW) sono piattaforme progettate per rendere il processo di produzione musicale semplice e ottimale.

Diverse Software House sono impegnate nella progettazione di questi utilissimi programmi.

Vediamone alcune.

 

FL STUDIO

FruityLoops è la DAW più in voga al momento per la produzione di musica in particolare nell’ambiente dell’elettronica. Viene prodotta da Image-Line Software.

Un design intuitivo e semplice rendono FL il programma più user-friendly fra quelli in circolazione al momento, infatti vi sono molti strumenti digitali, effetti e tools nativi che facilitano di molto la stesura delle canzoni.

L’algoritmo di registrazione e di rendering sono però fra i meno raffinati fra quelli delle DAW, aggirabili però tramite processi molto utilizzati nell’industria musicale ma più complessi, operati in genere da un tecnico di Mastering.

Questo non significa che da FL Studio non possano uscire Hit famosissime, come dimostrato da artisti come Martin Garrix (autore di Animals, uscito sotto Spinning Records) o Charlie Charles (famoso produttore italiano di musica trap che segue artisti come Ghali, Sfera Ebbasta o Izi).

 

ABLETON


Ableton Live prodotto dall’omonima azienda è la DAW più versatile perché, secondo noi, pure essendo più complessa di FL studio è caratterizzata da un design minimale e intuitivo, in grado di mantenere ordinato un programma che fornisce sia una sezione di registrazione comune a tutte le altre DAW sia una vista implementata per il live.

Ableton supporta anche controller midi estremamente efficienti come Push (prodotto dalla stessa azienda) e il famosissimo YouTube Launchpad (della Novation) che fornisce una versione Lite del programma.

Le pecche della DAW in questione sono principalmente legate alla complessità che si affronta volendo utilizzare a fondo le funzionalità native, per le quali è necessaria conoscenza almeno delle basi di fonica e di produzione musicale.

Daft Punk, Deadmau5, Skrillex e Hardwell sono solo alcuni fra gli artisti famosi che producono su questa piattaforma.

 

CUBASE


Il prodotto di casa Steinberg è la DAW più utilizzata negli studi di livello medio.

Vanta uno dei migliori algoritmi di registrazione e di rendering permettendo di creare produzioni di ottima qualità, anche grazie a una maggiore complessità che rende Cubase più simile a un programma professionale piuttosto che creativo, come testimoniato dalla chiara impostazione verso il mixing (digitale ma anche analogico).

Comunque, con un po’ di studio, è facilmente decifrabile, diventando quindi la DAW perfetta per musicisti che vogliono incidere la propria musica e mixarla per avere un prodotto di alto livello.

 

PRO TOOLS

Il programma di casa Avid è diventato nel tempo lo standard industriale per gli studi di registrazione di livello alto.

Il programma è sicuramente il più complicato fra tutti ma è quello con gli algoritmi migliori, il più stabile, e quello che lavora meglio con effetti analogici esterni, come compressori, riverberi o delay che sono necessari a un tecnico di mixing di livello alto.

Relativamente simile a Cubase segue comunque lo stesso principio di tutte DAW, è un programma per registrare, mixare e masterizzare musica.

 

 

ALTRI PROGRAMMI

In questo articolo ho parlato dei programmi da utilizzare solamente su Windows o Mac. Sono supportati anche Garage Band (che per progetti di livello basso o bozze va benissimo, perché è disponibile per iPhone ed è gratuito) e Logic che è la DAW utilizzata dalla maggior parte dei creativi che utilizzano Mac.

Un programma gratuito per effettuare registrazioni molto semplici (come ad esempio montare una voce su una base) è Audacity, che offre anche alcuni effetti nativi.

Da notare che, la maggior parte dei programmi descritti nelle righe sopra sono a pagamento.

 

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e non esitate a scriverci nei commenti sotto l’articolo oppure nelle nostre pagine social.

Condividi con i tuoi amici
Translate »